Lombardini22-Home_WEB

Lombardini22 e DEGW Italia
Nell’ambito del progetto annuale BRIDGE THE GAP

presentano l’evento
VENTO NEI SALICI

10 APRILE DALLE 18.00 ALLE 24.00
IN VIA LOMBARDINI 22 – 20143 MILANO

Con una installazione a cura di
Anna Patrucco

Aprirà l’evento l’incontro ‘Urban Landscaping. Paesaggio Olanda’
inserito nel programma GREEN ISLAND 2014 ideato da Claudia Zanfi.

Una grande festa, all’insegna del green thinking, che prova a creare armonia e dialogo tra lo spazio architettonico e quello naturalistico,
questo il senso dell’evento che si terrà il prossimo 10 aprile, dalle h. 18.00, in via Lombardini 22, in concomitanza con la Milano Design Week.
Un momento ricco di sorpresa e poesia da intendersi come passaggio, come ponte verso nuovi stili di vita urbani più ecosostenibili.

scarica il comunicato stampa
scarica le immagini Panoramica_

URBAN LANDSCAPING: UN NUOVO CONCETTO DI SOCIALITÀ URBANA
Il progetto annuale BRIDGE THE GAP – ideato dalla società di progettazione architettonica Lombardini22 e dalla consociata DEGW – e giunto alla seconda edizione, diviene quest’anno uno degli appuntamenti di punta del programma GREEN ISLAND 2014 dal titolo ‘Landscaping. Dutch Design for a new city garden’. Un modo per sottolineare l’impegno di Lombardini22 nel contribuire ad una nuova cultura mirata alla valorizzazione dello spazio pubblico che si concretizzerà in due momenti ‘sinergici’: l’evento di apertura a cura di Green Island e l’inagurazione della installazione site specific Vento nei salici a cura dell’artigiana Anna Patrucco.
Alle 18 si parte con l’incontro ‘Urban Landscaping. Paesaggio Olanda’ in cui esperti paesaggisti, architetti, giornalisti e botanici – moderati dalla promotrice culturale Claudia Zanfi – si confrontano su un nuovo concetto di paesaggio, sull’esempio introdotto dal famoso paesaggista olandese Piet Oudolf. Per rimarcare che il verde è l’indiscusso protagonista del progetto, gli eventi Green Island 2014 nella settimana dall’8 al 13 aprile, si sviluppano su una ipotetica ‘green line’ che segue il percorso della linea 2 (verde) della metropolitana di Milano, da Porta Garibaldi a Sant’Ambrogio fino a Porta Genova, in casa Lombardini22. (vedi allegato).
L’idea è quella di mostrare un nuovo concetto di socialità urbana, attraverso un design innovativo di parchi, giardini e spazi pubblici sulle orme del noto paesaggista olandese Piet Oudolf e di trarre spunto dall’esempio virtuoso offerto da Paesi del Nord Europa e in particolare dall’Olanda.
Proprio l’Olanda, infatti, mostra da sempre una grande attenzione verso i temi dell’ambiente e applica una politica mirata ad uno sviluppo ecocompatibile del paesaggio unitamente ad una straordinaria ricerca nel campo dell’outdoor design.

INTERVENTI
1. Urban Landscape. Una sfida contemporanea.
Dott.ssa Claudia Zanfi, direzione Green Island/Atelier del Paesaggio
2. Touch of Dutch Landscape in ‘Topscape Paysage’
Dott.ssa Novella Cappelletti, editore PAYSAGE e direttore TOPSCAPE, rivista internazionale dedicata al progetto del paesaggio contemporaneo.
3. Nuovi Paesaggi, tra vegetazione autoctona e vegetazione esotica.
Prof. Enrico Banfi, direttore Museo Scienze Naturali Milano.
4. The making of Lurie Garden/Millenium Park, Chicago
Video intervista a Piet Oudolf (by Tom Rossiter) dedicata all’arte del paesaggio contemporaneo

GREEN ISLAND è un laboratorio territoriale, primo progetto culturale nello spazio pubblico del quartiere Isola, che si sviluppa tra piccole botteghe artigiane di fabbri, falegnami, liutai, studi di designer e artisti.
GREEN ISLAND da oltre 12 anni realizza produzioni di progetti con una forte valenza culturale e sociale. Autori internazionali e locali vengono messi in rete da un percorso che stimoli il rispetto all’ambiente, l’appartenenza alla comunità, la scoperta di una città accogliente.
A GREEN ISLAND hanno partecipato più di 150 artisti, designer, paesaggisti, teorici, oltre a prestigiosi partners privati e istituzionali come Centostazioni, Museo Alessi, Politecnico di Milano, Provincia di Milano, Comune di Milano Settore Verde, Legambiente e molti altri.

IMG_7253

VENTO NEI SALICI
E a proposito di landscaping, la festa in Lombardini22 sarà l’occasione per ammirare un set d’eccezione creato per enfatizzare l’installazione ‘site specific’ Vento nei salici realizzata dall’artigiana Anna Patrucco con il contributo degli esperti di progettazione tridimensionale di Lombardini22.
L’installazione – generata dalla sospensione di pannelli a forma di foglia realizzati con salice intrecciato in modalità ‘random’ – assume nello spazio la forma di un’onda ed evoca contemporaneamente la chioma dei Salici. Le sue ombre sono proiettate a terra e si muovono col vento.
Un gioco di forme e natura che regalerà agli ospiti dell’evento un’esperienza sensoriale indimenticabile.

Anna Patrucco
L’artigiana del salice

Sono sempre stata affascinata dalla natura e ne ho fatto il mio destino, a partire dalla Laurea in Scienze Agrarie e dalla casa nel bosco in cui ho ‘trascinato’ a vivere la mia famiglia! L’avventura ha inizio circa quindici anni fa grazie all’incontro in Inghilterra con un campo di salici: sono in moto con mio marito, per fermarlo una botta sul casco: mi colpisce subito la totale bellezza di quella distesa di rami lucidi, leggeri, che danzano col vento. Subito dopo, l’esigenza di coltivarli e il desiderio di utilizzare i rami per l’intreccio creando strutture adatte ai giardini.
Nel 2000 il grande passo: Masino 3 Giorni per il Giardino, manifestazione storica per i cultori del giardinaggio. Mando la mia storia con le foto dei salici e alcuni disegni delle piccole strutture che realizzo; vengo invitata a partecipare. Varcare quel cancello è una grande emozione che riprovo sempre anche se sono passati 14 anni.
Così nasce Salix, un piccolo centro dove io coltivo e sperimento il salice come materiale da intreccio. Le specie che appartengono al genere Salix sono circa 300, dall’albero imponente al piccolo arbusto strisciante e, in mezzo, una varietà incredibile di forme e colori. Il mio laboratorio è un capanno in mezzo al giardino: è molto spartano ma poi capisco che mi piace così, immerso nel caos che mentalmente mi appartiene. La raccolta dei rami avviene in febbraio: è il momento più significativo che premia il lavoro di tutto l’anno. La nostra casa cambia aspetto e si riveste di centinaia di fasci colorati che la rendono unica.
Ogni lavoro comincia per me con la scelta dei rami: quelli sottili e regolari per gli intrecci fitti e quelli più grossi e ramificati per gli intrecci random. I colori diversi, poi, permettono di creare mélanges di tinte naturali come tessuti. I salici mi stupiscono sempre, persino i rami sfigurati dalla grandine che su un volto umano parrebbero butterature, assumono un aspetto antico e rispettabile.
La passione dei clienti e la collaborazione con architetti paesaggisti ha fatto crescere negli anni la produzione di Salix che oggi spazia dagli arredi alle strutture più funzionali come i pannelli e i cordoli. Quando lavoro i miei salici provo una grande soddisfazione per avere imparato questi gesti che si ripetono da centinaia di anni.
Il primo libro che ho letto ai miei figli è stato “Il vento nei salici” un classico della letteratura inglese per ragazzi. Un libro che li ha incuriositi e che hanno amato, ancora non sapevano che i salici sarebbero diventati una presenza costante nella nostra vita!
www.salicintrecciati.it Anna Patrucco_Ritratto

BRIDGE THE GAP BETWEEN ARCHITECTURE AND NATURE
Il progetto Bridge The Gap è a cura di Lombardini22 – società di architettura e ingegneria con un organico di oltre 100 persone, rivolta ai mercati del terziario, del retail e dell’ospitalità – già promotrice di altri appuntamenti legati al mondo della cultura e dell’arte contemporanee, come i progetti espositivi Retired Weapons (2007); Fantasmi Urbani (2010); 150italiae (2011) e Marebianco: il Mediterraneo visto da Sud (2012).
A fianco di Lombardini22, la consociata DEGW Italia, leader nella consulenza strategica sugli spazi ufficio, e vedetta ultrasensibile nella capacità di cogliere i cambiamenti in atto nel worklife style.
L’evento del 10 aprile sarà anche l’occasione per conoscere da vicino quello che Lombardini22 sta facendo per il proprio territorio, per quella terra di mezzo tra i due Navigli – la Mesopotamia Milanese – che per troppi anni è stata nascosta e isolata dal passaggio dell’acqua. Un ‘margine da ricucire’ attraverso la realizzazione di due ponti che sono in costruzione e sorgeranno all’altezza di Via Lombardini e di Via Parenzo – che rientrano nel piano di sviluppo della Via d’Acqua di Expo2015 – per adattare una delle più gettonate destination della Milano turistica e del tempo libero alle esigenze di mobilità attuali.
Un tema, quello prescelto da Lombardini22, che ha una forte valenza simbolica e sottolinea l’impegno per andare verso un modello di paesaggio urbano più vicino al sentire comune.

“Molte delle iniziative su cui ci impegniamo a livello professionale e personale – racconta Franco Guidi, AD Lombardini22 – si incagliano perché nel processo manca qualcosa: c’è un vuoto, una mancanza, un gap. Pensiamo che tutti se ne siano accorti. Soprattutto pensiamo che qualcuno ci stia lavorando. Ma non è così, perché i vuoti rimangono. E allora – per far comunque procedere le nostre iniziative – ci prendiamo qualche rischio e in modo circospetto ci muoviamo. Se prima il tema era solo di attenzione, adesso abbiamo bisogno di prendere l’iniziativa. Dobbiamo colmare il vuoto, farci carico di nuove responsabilità in prima persona. La novità è che non basta più prendere coscienza di quello che non va – mind the gap – occorre lavorare per aggiungere la parte che manca – bridge the gap –. E l’evento del 10 aprile sarà il modo per immaginare insieme una città in cui architettura e natura convivano armoniosamente”.

Ponte_Sketches

COORDINATE EVENTO:
Titolo evento: VENTO NEI SALICI
Progetto a cura di: Lombardini22 e DEGW
Con una installazione di: Anna Patrucco
Inserito nel circuito GREEN ISLAND 2014
Sede: Lombardini22, via Lombardini, 22 – 20143 Milano
INAUGURAZIONE: 10 APRILE DALLE 19.00 ALLE 24.00, SU INVITO.
Cocktail + buffet
Apertura installazione al pubblico:
dalle 9.30 alle 18.00, dal lunedì al venerdì, fino al 31 dicembre 2014
Ingresso: Libero
Come arrivare: MM2 Porta Genova/Romolo, Tram 2 – Bus 74/90/91
Info: Tel. +39.02.36596200 – www.lombardini22.com
Ufficio stampa
Lucia Matti, tel. 02 36596287, mob. +339.1254973, mail: l.matti@l22.it

Loghiok IMG_7094_MOD_L22 IMG_7316

 

 

Modello_Installazione Anna Patrucco_Petali

 

Comments are closed.